Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, è intervenuto in conferenza stampa in seguito alla vittoria del match di questa sera contro la Fiorentina:

È la più sofferta? "Vincere è sempre importante e tutte le gare sono difficili. Se vai sotto, mantenere l'equilibrio e reagire diventa ancora più difficile. La mia squadra però ha potenzialità superiori rispetto a quelle fatte vedere nel primo tempo, mi aspettavo che potessero trovare la trama che ci permettesse di andare oltre la loro linea difensiva. Loro hanno pressato forte, rimanere così alti per tutta la partita non è facile ma loro sono allenati bene. C'è voluta attenzione e qualità in quelle che sono le caratteristiche individuali per andare a far gol".

Questi 90' sono una prova di forza? "Di forza e di maturità allo stesso tempo. Molti hanno giocato giovedì sera, dopo 95' giocati e una sconfitta nella testa. Rimettersi in condizione mentale di ripartire, vuol dire aver a che fare con dei professionisti sani e i nostri lo sono. E questo gruppo che è bellissimo, sul piano della disponibilità e del coinvolgimento, il mio lavoro è avvantaggiato con questi ragazzi"

Sulla reazione di Insigne dopo il cambio: "Insigne mi ha detto che ne aveva ancora ed io ne terrò presente, la prossima volta lo faccio giocare di più".