Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli, è stato raggiunto dai microfoni Sky a pochi minuti dal fischio d’inizio di Granada-Napoli: 

Sul match: "L'Europa League è un bel pensiero per noi, una tappa importante per il nostro cammino. Cerchiamo di fare il massimo in un periodo delicato, ma un momento così ci ricompatta: siamo tutti molto uniti, dallo staff alla dirigenza". 

Sul match contro la Juventus: "Ci ha fatto bene, ha spostato e ci ha dato uno slancio in un periodo delicato". 

Sugli infortunati: "Non è il caso di piangerci addosso, bisogna fare il massimo con quelli che abbiamo. Speriamo bene". 

Su Osimhen: “È rientrato dopo un lungo stop, non è al top ma s'impegna. Siamo molto fiduciosi". 

Su Gattuso: "C'è serenità e unità d'intenti. Abbiamo attraversato un periodo di difficoltà, ma in tutte le famiglie ci sono disguidi. Ne usciamo più forti, come accade nelle migliori famiglie. Alla fine dell'anno poi faremo i conti". 

Sul comparto difensivo: "Maksimovic e Rrahmani hanno giocato poco e ancor meno insieme, ma sulle loro qualità non si discute".